Youtube Twitter Facebook
english stampa segnala segnala Skype
profili - interpreti - strumentali - francesco prode - biografia

Strumentali

- bio
Francesco Prode
Francesco Prode - Biografia
Roma, 1969

Sito: www.ekoensemble.com/

E-mail: francescoprode@ekoensemble.com

Strumenti: Pianoforte
Con passione e rigore si dedica, dal 2005 ‐ anno in cui collabora con Karlheinz Stockhausen a Kuerten ‐ alla musica contemporanea. Sarà grazie a questa preziosa collaborazione che Francesco Prode inizia a svolgere un'intensa attività di studio e di ricerca, mirata all'esecuzione di numerose composizioni contemporanee sia come solista che con formazioni cameristiche, offrendo esecuzioni di raffinata sensibilità e altissimo livello tecnico. Dal 2009 è pianista della PMCE, Parco della Musica Contemporanea Ensemble, fondato dalla Associazione Musica per Roma presso l'Auditorium Parco della Musica. Nato a Roma nel 1969, Francesco Prode inizia lo studio del pianoforte a nove anni e si diploma con il massimo dei voti, lode e menzione speciale quale migliore diploma al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma. Si perfeziona successivamente al Royal College of Music con John Barstow, al Mozarteum di Salisburgo con Hans Graf, alla Russische Schule di Friburgo con V italij Margulis e a Milano con V incenzo Balzani e Bruno Canino. Il suo repertorio spazia da Bach a Ravel, Berio, Furrer e Haas. Nel 2008 suona per Nuova Consonanza eseguendo musiche con rappresentazioni video ed inaugura il 1° Festival Internazionale di Musica Elettronica di Roma eseguendo "Kontakte" di Karlheinz Stockhausen per pianoforte, percussioni e nastro magnetico, all'Auditorium dell'Università di Tor Vergata di Roma e alla Sala Accademica del Conservatorio di Santa Cecilia. Con Eko Ensemble, il gruppo da lui formato nello stesso anno, la stessa esecuzione verrà realizzata in diverse città italiane tra cui Milano, Palermo, Trapani e Latina, riscuotendo un importante successo di pubblico e di critica. Nel 2009 inaugura il 2° Festival Internazionale di Musica Elettronica di Roma eseguendo musiche di Riccardo Bianchini e Giacinto Scelsi e chiude il Festival di Musica Contemporanea di Nuova Consonanza con musiche di Beat Furrer, Gyorgy Ligeti e Franco Evangelisti. Il 2010 lo vede impegnato nella prima esecuzione mondiale di 2x5 e City Life di Steve Reich nella Sala Sinopoli del Parco della Musica di Roma. Suona inoltre Rotative di Giacinto Scelsi, per due pianoforti e percussioni e nello stesso anno Hommages di Georg Friederick Haas per due pianoforti accordati ad un quarto di tono di differenza e suonati da un solo esecutore, in prima esecuzione italiana. In onore di Elliot Carter, esegue la Sonata per pianoforte e 90+ presso l'Accademia Americana. Inaugura il 3° Festival di Musica Elettronica di Roma nel novembre del 2010 con Transicion II di Mauricio Kagel per pianoforte, percussioni e due nastri magnetici. V iene invitato da Nuova Consonanza quale interprete d'eccezione ad eseguire le musiche dei finalisti del Concorso internazionale di composizione Franco Evangelisti, dedicato alle composizioni per pianoforte ed elettronica. Tra gli altri progetti, il 2011 lo vedrà impegnato nell'esecuzione di T ierkreis e Kontakte di Karlheinz Stockhausen nell'ambito della manifestazione organizzata da Mario Brunello a Castelfranco Veneto al capannone Antiruggine.
Aggiornato a 11/2011