Youtube Twitter Facebook
english stampa segnala segnala Skype
profili - interpreti - strumentali - giancarlo locatelli - biografia

Strumentali

- bio - recordings
Giancarlo Locatelli
Giancarlo Locatelli - Biografia


E-mail: ngiloc@tiscalinet.it
Calefazione quarta
di G. Locatelli e A. Braida
©TAKLA Records

Strumenti: Clarinetto
Sin da giovane ha studiato musica con suo padre, un suonatore di fisarmonica. Successivamente ha studiato pianoforte e nel 1985 si è diplomato al conservatorio Dall'Abaco di Verona, dove ha studiato clarinetto. Ha partecipato a molti workshop sul jazz, sull'arrangiamento e sull'orchestrazione con Gianluigi Trovesi, Steve Lacy, Mal Waldron, Giancarlo Gazzani e Bruno Tommaso. Ha lavorato con molti musicisti, tra i quali Steve Lacy, Wolfgang Fuchs, Fernando Grillo, Thomas Lehn, Erhard Hirt, Peter Kowald, Barre Phillips, Carlo Actis Dato, Giancarlo Schiaffini, Enrico Fazio, Alberto Mandarini, Jimmy Owens, Nicolas Simion, Fabrizio Spera, Luca Venitucci, Biggi Vinkeloe, Peter Friis Nielsen, Peeter Uskyla, Steve Piccolo, Eliott Sharp, Zeena Parkins e Gak Sato. Ha suonato ai festival di Ragusa (1993), Clusone (1994 e 1999), Jazz isn'it (1994, Vignola), Il giardino della musica (1995, Milano), Leonkart (1996, Milano), Festivaletteratura (1997, Mantova), Musica e linguaggi (1997, Mestre), Il sacro attraverso l'ordinario (1997, Torino), Progetto poesia totale (1997, Locarno), Noci (1997), Controindicazioni (Roma 1997-1999), Fringes (1998, Brugherio), Incontri poesia (1998, Locarno), Contemporaneamente (1999, Lodi), Cicli (1999, Montevarchi). Lavora spesso con poeti ed artisti teatrali come Franco Beltrametti, Antonello Cassinotti, Gruppo Tealtro (con il quale ha eseguito delle tournée in Polonia, Francia e Svezia), Biagio Cepollaro, Rita Degli Esposti, John Gian, Stefan Hyner, Tom Raworth e Dario Villa. Con Massimo Falascone e Filippo Monico ha fondato il gruppo "Takla Makan" conducendo delle ricerche sistematiche sull'improvvisazione dal 1993 al 1996. Negli anni seguenti quest'esperienza li ha condotti a questi progetti: il Takla Wind Quartet (1996) composto da Fabio Martini, M. Falascone, G. Locatelli e Alessandro Bosetti (che dal 1999 è stato sostituito dal clarinettista e sassofonista olandese Ab Baars), il Takla Jazz Quartet, all'inizio conosciuto con il nome di Bap Ti Zum (1996, Falascone, Locatelli, Monico e Tito Mangialajo), l'associazione "Gruppo d'improvvisazione Takla" (1997) e il marchio indipendente "Takla Records" (1998). Sin dal 1996 ha lavorato anche in duo con il pianista Alberto Braida. Il duo ha suonato al Total Music Festival 2001.