Youtube Twitter Facebook
english stampa segnala segnala Skype
profili - interpreti - strumentali - antonella bini - biografia

Strumentali

- bio
Antonella Bini
Antonella Bini - Biografia
Genova, 1985

E-mail: antonellafines.bini@libero.it

Strumenti: Flauto

Si è diplomata brillantemente in flauto traverso presso il Conservatorio “G. Cantelli” di Novara dove ora sta frequentando i corsi per il conseguimento del Diploma Accademico di II livello in flauto traverso.
Ha conseguito anche il Diploma di “Post Formazione” presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano con Mario Ancillotti e attualmente è iscritta al “Corso di Alto Perfezionamento” a Firenze con Michele Marasco.  
Inoltre è laureata in Conservazione dei Beni Culturali, con tesi intitolata: Lo strumento musicale del Dio Pan – Storia ed evoluzione tecnico/sonora del flauto nel tempo.
Nel 2007 ha frequentato i Corsi di Formazione del metodo “io cresco con la musica” per insegnanti di propedeutica musicale e musicisti del “Centro di Formazione e Aggiornamento Docenti” presso l’Accademia Musicale di Seveso “G. Marziali” – Ente accreditato per la formazione del personale della Scuola con D.M. 177/2000 - (unico referente del metodo) e precisamente:
- gennaio 2007 (1° corso)  su “Metodologia, obiettivi e contenuti dei livelli 1° e 2° del metodo”;
- settembre 2007 (2° corso) su “Percorso ritmico, lettura melodica e attività d’ascolto nei livelli 3° e 4° del metodo”.
Ha frequentato, con grande profitto, varie masterclass tenute da Maestri di fama internazionale quali: Emmanuel Pahud, Conrad Klemm, Mario Ancillotti, Mario Caroli, Maurizio Simeoli, Michele Marasco, Nicola Mazzanti, Kujiken.
Ha curato la sua formazione cameristica con Massimiliano Damerini.
Nel 2002 ha collaborato con Philip Corner, musicista americano della corrente Fluxus, in occasione del concerto Music in flux… a concert for ensemble, eseguendo composizioni di musicisti ascrivibili a tendenze post-Cage.  
Come flauto, flauto in sol e ottavino - ha fatto parte di un ensemble di “MUSICA CONTEMPORANEA” coordinato da Andrea Pestalozza, che ha debuttato:
- nel 2004 con musiche di Debussy (Prelude a l’après-midi d’un faune), Varèse (Octandre), Hosokawa;
- nel 2005 ha eseguito musiche di Seither, Stravinskij e Boulez.   
Ha fatto parte come flauto solista dell’ORCHESTRA GIOVANI SOLISTI di Genova diretta da Nevio Zanardi, con cui ha tenuto, in varie città italiane, moltissimi concerti - eseguendo tra l’altro il Concerto in re maggiore op. 10 di Vivaldi Il gardellino – e con questa orchestra ha registrato due CD nei quali è presente con due brani di Elgar e Scarlatti, riscontrando l’apprezzamento da parte di Piero Bellugi e Romano Tommasini.
Ha fatto anche parte, per molti anni, come flauto e/o ottavino dell’Ochestra del Conservatorio di Genova diretta da Tappero Merlo.
Nel 2004 per “GeNova 2004” - Capitale Europea della Cultura - ha  tenuto numerosi concerti:
- sia come solista che in formazione cameristica;
- un recital come solista all’Accademia Ligustica per l’esposizione del pittore contemporaneo Antonakos;  
- al Teatro Carlo Felice di Genova  ha eseguito il brano Andante e rondò di Doppler per due flauti e orchestra diretta Tappero Merlo, e su di lei è stato scritto: “… Esecuzioni vivaci e brillanti: in evidenza … Antonella Bini ….” (Roberto Iovino, La Repubblica — 17 giugno 2004).
Nel 2005 ha partecipato:
- ad una masterclass di Mario Ancillotti alla fine del quale si è esibita nell’ambito del “5° Festival di musica da camera – Città di Lucca”, nel concerto dei migliori allievi dei “Corsi Internazionali di Perfezionamento Musicale - Lucca Estate 2005” eseguendo Density 21.5 di E. Varèse;
- presso il Teatro Modena di Genova, ha eseguito l’Arlesienne-Selezione dalle suites 1 e 2 di Bizet ricoprendo il ruolo di ottavino;
- in occasione dei concerti della “Paganiniana 2005” ha fatto parte dell’Ensemble Strumentale del Conservatorio di Genova eseguendo, oltre a musiche di F. Poulenc, musiche in prima esecuzione dei compositori Stefano Guarnieri, Carla Magnan e Andrea Campora. Si è anche esibita in formazione di “duo” – flauto e marimba – eseguendo musiche (per flauto solo, flauto in sol e marimba, marimba sola) di Bach, Debussy, Varèse, Takemitsu, Tanaka, Fukushima;
- ha debuttato durante il Festival (coordinato dai Maestri Mealli, Soldati e Ragghianti) NOTTI D’ARTE A GIOVIANO 2005 - GIOVANI TALENTI TRA LE ANTICHE RUGHE, esibendosi poi nella serata di chiusura del Festival stesso durante il Galà dei migliori Artisti;
 Nel 2006 ha partecipato alla manifestazione ”IL MARE D’INVERNO - Festa, musica e divertimento a Bonassola 2005-2006”, organizzata dal Comune di Bonassola;  
Nel 2007 ha fatto parte  della rassegna musicale Giovani Talenti in Concerto tenutasi al Museo di Arte Orientale “Chiossone” di Genova.  
Oltre ad una intensa attività concertistica, che la porta a collaborare con numerose realtà orchestrali sia sinfoniche che cameristiche ricoprendo sempre il ruolo di primo flauto e ottavino, si è esibita nelle manifestazioni organizzate dal Conservatorio “Cantelli” di Novara e precisamente:
- nel maggio 2009 come solista nell’ambito della VII edizione FESTIVAL FIATI, organizzata con l’adesione della Presidenza della Repubblica Italiana, eseguendo musiche per flauto solo della compositrice tedesca Barbara Heller;
- nel novembre 2009 ha collaborato, quale unica flautista, con la compositrice rumena Violeta Dinescu nell’ambito del progetto “In-Audita Musica”, ottenendo molti apprezzamenti dalle due compositrici, Heller e Dinescu, per l’esecuzione e interpretazione dei loro brani (Barbara Heller: “…it is more better, you sound so very deep and good intonation, it is best interpretation!...” e “…you have very rich tone, full  dynamic and warm…”. Violeta Dinescu: “…Your flute's pieces are very interesting” e “…your playing! wonderfull!” e ancora “…I like very much your feeling for the quality of the sound and the phrasing which is something difficult to controle! I congratulate you from all my hearth”).
L’esperienza fatta, prima con Andrea Pestalozza e Philip Corner e successivamente con Barbara Heller e Violeta Dinescu, ha rafforzato il suo grandissimo interesse per la musica contemporanea.  
Dal 2010 è iscritta alla SIMC (Società Italiana di Musica Contemporanea) come socio-studente.

Aggiornato a 07/2010