Youtube Twitter Facebook
english stampa segnala segnala Skype
profili - compositori - fabrizio de rossi re - biografia

Compositori

- bio - works
Fabrizio De Rossi Re
Fabrizio De Rossi Re - Biografia
Roma, 1960

Sito: soundcloud.com/fabrizio-de-rossi-re

E-mail: f.derossire@libero.it
AHR
breve studio per pianoforte (2010)
Canto del rauco mendicante (2001)
per voce e pianoforte

Strumenti: Pianoforte

Ha studiato al Conservatorio di S. Cecilia di Roma diplomandosi in Composizione con Mauro Bortolotti e in Strumentazione per Banda con Raffaello Tega. Importanti per la sua formazione sono stati gli incontri con il pianista di jazz Umberto Cesari, con Sylvano Bussotti (Scuola di Fiesole) con Salvatore Sciarrino (Corsi di Perfezionamento di Città di Castello) e più recentemente con Luciano Berio.
La produzione compositiva di Fabrizio de Rossi Re, autore continuativamente presente da anni in festivals e stagioni in tutto il mondo, è fortemente caratterizzata da un’ esplorazione che accoglie e coniuga varie esperienze stilisticamente multiformi, sempre in bilico tra una diretta comunicazione e l’eredità linguistica della sperimentazione.
La pratica e la conoscenza di diversi generi musicali, dalla tradizione colta al jazz, hanno condizionato in maniera determinante gli sviluppi della sua ricerca, orientata verso una ricognizione delle possibilità espressive e comunicative implicite nelle esperienze musicali più eterogenee. La capacità di assimilare diverse tecniche musicali, e di valutare attentamente le potenzialità implicite nelle più svariate esperienze maturate dalle avanguardie novecentesche, si risolve nella definizione di un linguaggio autonomo e personale in grado di coniugare efficacemente le esigenze della sperimentazione con quelle della comunicazione. L’esigenza di conciliare stimoli mutuati da diverse tradizioni presenti e passate si colloca nel quadro di un’attenta rimeditazione del patrimonio storico di tecniche e procedimenti compositivi, che de Rossi Re riprende e valorizza adeguatamente nell’ambito della sua ricerca di una nuova sintassi musicale conseguita attraverso la sintesi del molteplice.
Tra le sue composizioni si ricordano le opere di teatro musicale “Biancaneve ovvero il perfido candore” su libretto proprio (Roma, 1993) “Cesare Lombroso o il corpo come principio morale” su libretto di Adriano Vianello (Roma, 2001) “Musica senza Cuore” azione musicale grottesca liberamente tratta dal Libro Cuore, su testo di Francesca Angeli, con Paola Cortellesi (Roma, 2003); le numerose opere per la radio tra le quali “Terranera”, radiofilm su testo di Valerio Magrelli (RAI RadioTre) per la regia di Giorgio Pressburger (1994); “Orti di guerra” striscia quotidiana di musica e poesia su testi di Edoardo Albinati, prodotta dalla RAI RadioTre (1995) e pubblicata in un audio-libro dalla Fandango (2007) ; “Tre per una” (per non dire l’Ernani) su testo di Vittorio Sermonti in occasione dell’anno verdiano (2001); le musiche scritte per la danza: “L'ombra dentro la pietra”gruppo Entr'acte - produzione di Roma Europa Festival 1996 e del Teatro Hebbel di Berlino 1997). I numerosi lavori corali e/o sinfonici: “Aria di strepito per sax e orchestra (Teatro Rossini di Pesaro 1992). “Concerto per arpa e orchestra” (commissione Orchestra Regionale del Lazio 1998) “Slow Dance” (per fisarmonica e orchestra (commissione concorso 2 agosto di Bologna e Orchestra Toscanini di Parma 2001) “Valse” per orchestra (Commissione Orchestra Sinfonica Rai di Torino, 2006) etc.. Di particolare rilievo la collaborazione con Luis Gabriel Santiago con il quale da diversi anni realizza un particolare teatro musicale visionario ludico e grottesco “Malandroidi” (Spoleto, Roma; 2003) “Elettrotauri” (Spoleto, 2004), “Ho trovato l’assurdo sul comodino” (2005), il quadro di Buzzati (Rai radio 3 – 2006). “Alatiel” (melologo erotico-sentimentale ispirato al Decamerone di G.Boccaccio - commissione Centro Pietà dei Turchini di Napoli 2008) “Songs and memories” (L’Occhio della memoria: Caruso, cielo, terra, sole e mare con luna crescente) (commissione ISME International Society for Music Education - Bologna 2008). “Terror vocis”, due canti popolari agitati e disperati (2008) prodotto dalla Fondazione Musica per Roma ed eseguito all’auditorium di Roma nel Festival Contemporanea (2008-2009) “Andante mosso” (azione musicale –auditorium di Roma Sala Sinpoli - ottobre 2011) “Canti di cielo e terra” ( Londra 2009, Roma 2010, Helsinki 2011, Parigi 2011), L’opera buffa in nove quadri “King Kong amore mio” una passione imbarazzante ai confini del mondo civile) su libretto di Luis Gabriel Santiago (commissione - Opera Incanto di Terni).
“The Bridge” melologo su testo di Ambrose Bierce per attore-cantante e quartetto d’archi (Torino 2011).
Insegna Elementi di Composizione per Didattica della Musica presso il Conservatorio G.B. Pergolesi di Fermo.
È stato docente di “Didattica dell’improvvisazione e della composizione” presso la Scuola di Specializzazione SSIS Università del Lazio (Indirizzo Musica e Spettacolo).Le sue composizioni sono pubblicate ed incise da Adda Records, Agenda, BMG RICORDI, CNI, Domani musica, Edipan, Edition Tre Fontane, Fonit Cetra, I Move, QQD, RAI Trade, RCA, Semar, Sonzogno.
 

Aggiornato a 02/2014